I fiori di Bach

logo

logo

I GERMOGLI FATTI IN CASA PROPRIETA

I GERMOGLI DA SEME FATTI IN CASA

(i semi debbono provenire sempre da coltivazione biologica controllata!)

Quali semi si possono far germogliare?

Dietista a domicilio

Se per qualche motivo non puoi spostarti da casa … posso venire a trovarti.

Situazioni in cui è difficoltoso muoversi dalla propria abitazione, malattie invalidanti, difficoltà a muoversi con i mezzi propri o pubblici, difficoltà a “piazzare” i figli …

Questo servizio domiciliare, inizialmente pensato per facilitare i familiari di persone ammalate di Alzheimer e malattie cronico degenerative, www.marinasaviozzi.it/images/eventi/aPISA-incorso.pdf  è oggi disponibile per tutte le persone che, per qualche motivo, preferiscono non raggiungere lo studio.

In un clima rilassato e familiare, la consulenza professionale potrà offrire l’ulteriore vantaggio di poter parlare, esempi alla mano, di abitudini e orari familiari, di modalità di fare la spesa…

 

 

Il metodo biosistemico

in costruzione

Il counseling dietetico - Dimagrire Stare meglio

Cambiare stile di vita, per dimagrire, per irrobustirsi, per sentirsi meglio, per motivi di salute... è spesso difficile.

Di solito le persone  sanno già quali cambiamenti "dovrebbero inserire" (dovrei muovermi di più, dovrei mangiare meno grassi, evitare quello, aumentare il consumo di quell'altro...), ma non lo fanno, o smettono di farlo dopo un po', magari anche se ne hanno percepito i benefici.

cache 220996333198
 
 
 
MA PERCHÈ?cache 22100683a61d
Intorno all'alimentazione si concretizzano valori, convinzioni, linguaggi, norme, simboli, modelli di comportamento che finiscono per strutturare le nostre cognizioni, convinzioni, gusti, disgusti ... ci sono tante emozioni.

 

Il counseling dietetico è un approccio innovativo rispetto alla dieta “prescrittiva” (quella in cui il professionista ti dice cosa devi /non devi fare), e decisamente più efficace, perché se le diete prescrittive funzionassero nel lungo periodo … saremmo già tutti magri! 

È rivolto al singolo e ai piccoli gruppi e può aiutare davvero a "fare" ciò che è utile per raggiungere il proprio obiettivo.

Nell'approccio del counseling nutrizionale/dietetico è fondamentale mantenere la persona (e non la dieta) al centro dell'interesse, coinvolgendola da protagonista in un percorso di apprendimento attivo di strategie co-progettate e comportamenti funzionali all'obiettivo condiviso. 

 

Lavoreremo insieme per trasformare 

problemi immobili 

in nuove possibilità!

 

SE VUOI  SAPERNE DI PIÙ

QUANTO COSTA

DOVE CI INCONTRIAMO 

CLICCA QUI

  

download

 

 

 

 

 

   

 

 

 

Il modello teorico biosistemico

 “L'emozione è come un fiume: se è secco siamo nel deserto,

se è sovrabbondante, anneghiamo.

Il terapeuta cerca di meritarsi la fiducia del paziente: in questo modo egli diventa come gli argini di questo fiume, aiutandolo a trovare la sua forza in un contesto di sicurezza”.

 “La Terapia Biosistemica” - J. Liss , M.Stupiggia - 1994

 

Il nome Biosistemica indica quali siano i presupposti e i metodi su cui si basa lo schema teorico di riferimento: Bio si riferisce alla complessità psicocorporea, alle dimensioni biologiche, neurofisiologiche e embriologiche relative alla componente organica della corporeità, Sistemica fa riferimento alla teoria generale dei sistemi in base alla quale è possibile e necessario concepire l’individuo e i fenomeni complessi che lo riguardano come un sistema costituito da sottosistemi in inter-relazione fra loro.

Per comprendere la sostanza del modello teorico dobbiamo considerare gli studi e la clinica che il prof Liss ha sviluppato negli anni collaborando con il medico/biologo/ filosofo dott. Henry Laborit, in particolare sugli effetti psicosomatici della inibizione all’azione di fronte allo stress.

In situazioni in cui non è possibile reagire, né con il sistema “attacco”, né con la “fuga”, le reazioni biologiche impedite si scaricano comunque nel sistema (sotto forma di secrezioni ormonali tipiche dello stress – noradrenalina e corticosteroidi), determinando la possibilità di malessere/patologie psicosomatiche collegate alla presenza disfunzionale di ormoni dello stress e all’empasse dovuto a pensieri e fantasie negative che autorinforzano ciclicamente il sistema di inibizione all’azione, innescando un vero circolo vizioso.

 

La Biosi­stemica integra inoltre nella sua ricerca clinica  le scoperte del prof. Ernst Gellhorn relative al funzionamento fisiologico del Sistema Nervoso Autonomo.

Esso, formato da due sistemi separati e sinergici, il sistema nervoso simpatico (attivante) e il parasimpatico (rilassante), risulta essere fisiologicamente adeguato e capace di generare benessere solo quando il suo funzionamento vegetativo oscilla ritmicamente e in modo alternato, scaricandosi reciprocamente uno dopo l’altro  (richiama­ndo l’andamento ondulatorio tipico di buona parte dei fenomeni fisici e organici).

Se i due sistemi lavorano simultaneamente, i loro effetti si sommeranno creando in questo modo un vero e proprio “nodo” simpatico/parasimpatico, che condizionerà in modo disfunzionale la regolazione delle funzioni di tutto l’organismo.

Poiché anche la natura delle emozioni è connessa al predominio di ciascuno dei due sistemi il “nodo energetico” influirà in modo disfunzionale sul metabolismo cellulare che caratterizza anche il ciclo emozionale, generando  empasse energetico e quindi malessere generalizzato.