Inserimenti dopo le prime pappe vegetali

logo

logo

Svezzamento Inserimento delle proteine vegetali e animali

legumi.jpg
  E POI I LEGUMI ! 

Intorno al settimo mese iniziate a proporre i legumi, prima potete inserirli nella minestre, poi via ai sughi e ai legumi da soli.

Sono fonti di proteine vegetali che, combinate con i cereali, danno un cibo completo di tutti gli aminoacidi essenziali.

Se partite dai legumi secchi (sempre consigliabile), è importante metterli a bagno per 12 - 24 ore, rinnovando l’acqua di ammollo almeno 2 volte.

Cuocete e schiumate via via, insaporendo con semi di finocchio, cumino, alloro, timo, maggiorana.

Proponete ilegumi almeno tre/quattro volte a settimana. 

la_carne.jpg

 

   … E LA CARNE ? 

Le carni più adatte ai bambini (dagli otto mesi), sono quelle di coniglio, pollo, agnello, vitellone (o manzo), piccione.

Si inizierà proponendo carne bianca, più facilmente digeribile, poi la rossa.

Sono da evitare le carni “bianche" di vitello/a: provengono da animali mantenuti forzatamente in condizioni di anemia (per sbiancare le carni). 

La carne è indubbiamente nutriente, ricca di proteine e amminoacidi, ma è utile soprattutto per l'apporto di ferro.

Al di là delle scelte personali di natura etica, religiosa, filosofica circa l’introduzione o meno della carne nell'alimentazione, è importante ricordare che una dieta varia, bilanciata, che comprenda l’uso di cereali - legumi - prodotti lattiero-caseari - vegetali - frutta - semi oleosi - permette un corretto ed equilibrato sviluppo psico-fisico, concedendo la possibilità di consumare carne non più di 3 - max 4 volte a settimana (su 14 pasti).

La tendenza di consumare carne tutti i giorni ha prodotto conseguenze delle quali si percepisce nitidamente la gravità: la diffusione delle “malattie da benessere” (stipsi, malattie del tratto digerente, patologie cardiovascolari ecc..) senza dimenticare la scarsissima ecosostenibilità di una dieta prettamente carnivora.

La carne purtroppo non è esente da importanti inquinanti forniti dal ciclo di produzione (pesticidi e antibiotici nei mangimi ...) e dalle pessime condizioni di vita e di morte degli animali negli allevamenti intensivi.

Andranno evitati il più possibile i salumi, compreso il prosciutto cotto: sono infatti ricchi di sale, di grassi e talvolta anche di conservanti e coloranti.

Comunque poi nella vita ce ne saranno di occasioni per mangiare prosciutto e salumi!

Non è importante avere fretta.

 

 IL PESCE 

pesce

Il pesce è un alimento prezioso per il bambino, andrebbe consumato almeno 1 volta a settimana. Contiene meno grassi della carne (soprattutto di diversa natura) e vitamine del gruppo B e D.

E’ facilmente digeribile ma, essendo un alimento a tendenza allergizzante, se ne consiglia l’introduzione dopo l'ottavo mese.

  

 E LE  UOVA ? 

uova.jpg

Le uova apportano proteine animali, grassi, ferro, vitamine.

Sono un alimento nobile, da inserire intorno all'ottavo mese.

Spesso il bambino non è completamente pronto per digerirle, così possono provocare fermentazioni intestinali, sensibilizzazioni epatiche, fenomeni allergici.

Si inizierà proponendo al bambino solo il tuorlo cotto (un tuorlo a settimana).

Iniziate sempre con piccole dosi, fino a un tuorlo intero.

L’albume, di più difficile digestione, sarà inserito solo quando il bambino farà uso settimanale del tuorlo e sempre cotto.

Il tuorlo, SE SIAMO SICURI DELLA PROVENIENZA E DELLA FRESCHEZZA, può essere consumato anche crudo (lavate BENISSIMO il guscio prima di romperlo). 

 

gh.jpg

E  infine ricordiamoci  che  il  cibo  
è  relazione,
e  nelle  relazioni  
il  piacere  è  importante!

calvin